Ichnusa – Tour della Sardegna in moto

0
Prezzo
Da€990,00
Prezzo
Da€990,00
Prenota
Richiedi informazioni
Nome e cognome*
Email*
Messaggio*
* Accetto i Termini e condizioni e la Privacy Policy.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Seleziona la data e attendi il caricamento

* Please select all required fields to proceed to the next step.

Procedi con la prenotazione

8 giorni
Nr. Minimo Equipaggi: 10
da: Livorno/Genova
a: Livorno/Genova
Partenze previste:

29/05/2021 - 6/06/2021
Iscrizioni aperte SENZA VERSAMENTO ACCONTO

19/06/2021 - 27/06/2021
Iscrizioni aperte SENZA VERSAMENTO ACCONTO

11/09/2021 - 19/09/2021
Iscrizioni aperte SENZA VERSAMENTO ACCONTO

9/10/2021 - 17/10/2021
Iscrizioni aperte SENZA VERSAMENTO ACCONTO

Da oltre 100 anni sulle tavole italiane e non solo, Ichnusa, per chi non la conoscesse, è un’ottima birra prodotta in Sardegna.

Tutto ebbe inizio nella città di Cagliari ad opera di un imprenditore di origini piemontesi che iniziò la produzione di una bevanda ancor poco conosciuta; verso la metà degli anni ’60 l’azienda fu spostata nei pressi di Assemini con la costruzione di un nuovo stabilimento che “sforna” 60.000.000 di litri di birra ogni anno, un vero mare di birra!!!

Ma soprattutto, Ichnusa è il nome con il quale gli Antichi greci chiamavano la seconda isola  più grande del Mediterraneo; a questo nome che ci siamo ispirati per il nostro tour in moto in Sardegna.

La Sardegna in moto è, senza ombra di dubbio, una delle esperienze motociclistiche migliori da fare in Italia; alla stregua dei grandi e blasonati itinerari alpini e appenninici, l’isola regala a tutti gli amanti della motocicletta emozioni forti e uniche.

Da Olbia a Cagliari a Villasimius passando per l’entroterra ruvido e selvaggio della Barbagia oppure dalla Gallura a Guspini lungo la costa di ponente e il suo parco geominerario, l’avventura è garantita per tutti i viaggiatori su due ruote.

Ma la Sardegna non è solo natura e mare; storia, arte e antiche tradizioni permeano ogni angolo di questa terra e nel nostro percorso andremo alla scoperta anche di questi aspetti che la rendono unica, come ogni singola regione del nostro splendido Paese.

La raggiungiamo in traghetto dal porto di Genova, ma possiamo anche decidere per il porto di Livorno e una volta sbarcati inizia la nostra vacanza in una terra sorprendente.

Decidiamo per un itinerario che ci permetta di percorrere le strade litoranee avendo il mare alla nostra destra; abbiamo così modo di apprezzare meglio i panorami che gli oltre 1900 chilometri di costa ci offrono.

Il nord-ovest dell’isola è ricco di spunti e luoghi da non perdere: da Castelsardo ad Alghero c’è l’imbarazzo della scelta, ma il nostro road-book è lungo e quindi puntiamo dritto all’estremo capo per un tuffo, meteo permettendo, nelle acque cristalline della spiaggia della Pelosa immediatamente a sud del Parco Nazionale dell’Asinara.

Indossata di nuovo la tuta e l’attrezzatura da moto eccoci in transito per Alghero in direzione sud dove ci attende la SP105: l’Alghero-Bosa.

A detta di molti turisti ma anche di molti sardi, questa è una delle strade più spettacolari dell’intera isola; 45 km di asfalto sospeso tra mare e montagna che niente ha da invidiare alle leggendarie strade americane, britanniche o nord europee.

La tappa delle tappe che molti dei nostri amici viaggiatori hanno percorso ben tre volte per godere a pieno sia dei panorami che dell’incessante  susseguirsi di pieghe.

Proseguiamo verso sud, ci aspettano Tharros e la Costa Verde con le splendide dune di Piscinas prima di raggiungere la piccola Isola di San Pietro, terra di liguri e di tradizioni nord-africane.

Capo Spartivento è il giro di boa che ci riporta verso levante prima e poi a nord.

Dopo uno stop a Villasimius il nostro programma prevede di attraversare il cuore dell’isola e spingerci tra Olgiastra, Barbagia, Gennargentu e Supramonte; qui si respira la Sardegna genuina e incontaminata, qui si percorrono itinerari che mai ci saremmo immaginati di trovare.

Questi ultimi chilometri sono la ciliegina sulla torta di questo viaggio che ci porterà a tornare in questa terra dura e accogliente.

Panoramica

DETTAGLI

Livello: facile, per tutti
Modo di viaggio: no convoglio
Tipo di moto: qualsiasi > 250 c.c.
Fondo:
100% asfalto
Durata: 8 giorni
Lunghezza: 1100 km circa.

EQUIPAGGI
Il viaggio è molto indicato anche per chi viaggio in coppia in quanto sono previste diverse visite.
Il numero minimo di equipaggi necessario per la conferma del viaggio è pari a 10.

ORGANIZZAZIONE E LOGISTICA DI VIAGGIO
Il viaggio inizia e termina a Livorno dove i partecipanti si incontrano con il mezzo di supporto ed il personale di RIDERMAP. E’ possibile partecipare anche utilizzando il porto di Genova, con i costi indicati oppure dai porti di Piombino o Civitavecchia verificando disponibilità e compatibilità orari. L’incontro è comunque fissato ad Olbia la mattina della domenica.

TRAGHETTI
Il viaggio standard prevede Livorno come porto di partenza e arrivo. In fase di adesione è possibile richiedere la partenza e il rientro su Genova. Per Piombino e Civitavecchia ci sarà da verificare orari e disponibilità.

PERNOTTAMENTI E PASTI
Tutti i pernottamenti sono prenotati con la formula di mezza pensione salvo dove diversamente indicato. E’ quindi compresa la colazione e la cena e sono sempre escluse le bevande. Il pranzo è a completa discrezione e spese del viaggiatore. Sono possibili variazioni sugli hotel prenotati anche durante il viaggio, per cause  indipendenti da RIDERMAP.

MODALITÀ DI VIAGGIO (no convoglio)
Ciò significa che ogni equipaggio si muove in autonomia seguendo le indicazioni fornite dal Road Book e dall’assistente di viaggio che ogni giorno illustra la tappa. Il mezzo di supporto segue l’itinerario stabilito sempre per ultimo e funge da “scopa”.

DA SAPERE

CLIMA
Il clima è generalmente secco e poco piovoso, ma è sempre bene avere una tuta anti-pioggia.
Temperature medie:
Dicembre-Gennaio: 10,1°C
Febbraio-Marzo: 10,8°C
Aprile-Maggio: 15,3°C
Giugno-Luglio: 22,5°C
Agosto-Settembre: 23,3°C
Ottobre-Novembre: 15,6°C

ABBIGLIAMENTO TECNICO
Utilizzare sempre abbigliamento motociclistico specifico, se possibile a strati e comunque (importante!!!) completo di protezioni. Anche per le calzature sono preferibili stivali che proteggano fino allo stinco.

ABBIGLIAMENTO “CIVILE”
La maggior parte della giornata verrà trascorsa in moto e con il relativo abbigliamento specifico è quindi consigliato portare il minimo indispensabile per un paio di cambi oltre alla biancheria. Da ricordare un paio di scarpe comode ed un paio di ciabatte. Se le date lo permettono, ricordarsi un telo da mare e un costume!

BAGAGLIO DI VIAGGIO
E’ consigliato un bagaglio morbido, come le borse sportive. Il bagaglio viene trasportato quotidianamente dal mezzo di supporto così come le valige rigide delle moto di coloro che preferiscono viaggiare scarichi. Quest’ultime sono custodite dentro appositi contenitori che le preservano da possibili graffi.
ATTENZIONE: per chi lo desidera, è possibile spedire il bagaglio direttamente alla sede di RIDERMAP. In questo modo il bagaglio sarà disponibile sul mezzo di supporto già dal primo incontro con l’Organizzazione e permette al pilota di viaggiare scarico. Al rientro i bagagli saranno rispediti al domicilio dei partecipanti.

BAGAGLIO IN MOTO
Portare con sé tutto il necessario ai fini dello svolgimento della singola tappa (macchina fotografica, telefono, documenti, portafogli, cibo, acqua etc.) compreso il minimo per una doccia e un cambio. Da non dimenticare la tuta anti-pioggia.

MOTOCICLO E ASSISTENZA
E’ possibile partecipare a questo viaggio con qualsiasi tipo di motociclo purché di cilindrata non inferiore a 250c.c.
E’ indispensabile un check-up generale del mezzo con particolare attenzione a:

  • – stato di usura dei pneumatici per i quali è consigliata un’usura non superiore al 20%
    – olio motore e filtro
    – stato di usura di catena/corona/pignone
    – cuscinetti ruote e cuscinetti sterzo

Anche se il mezzo di supporto è fornito di attrezzatura per l’assistenza meccanica di base, è preferibile che ognuno abbia con se un piccolo kit per le manutenzioni/riparazioni e piccole sostituzioni come:

  • – lampadine
  • – candele
  • – cavi gas e frizione
  • – leveraggi (freno/frizione)
  • – falsa maglia catena
  • – tutto ciò che ciascuno ritiene necessario e specifico per il proprio mezzo.

Si raccomanda di portare una copia di scorta di tutte le chiavi, cruscotto, bauletti etc.

DA NON DIMENTICARE

  • – Macchina fotografica
  • – Memorie supplementari
  • – Carica batterie
  • – Presa multipla
  • – Batterie di scorta
  • – Ciabatte
  • – Occhiali da sole
  • – Cappellino o copricapo
  • – Burro cacao
  • – Collirio
  • – Crema solare protettiva
Itinerario

Giorno

Tappa

km

Ore di guida previste

Giorno 1
Sabato

Partenza dal porto prescelto.

Giorno 2
Domenica

Sbarco ad Olbia, incontro con RIDERMAP >  Porto Torres

195 Km

4h

Giorno 3
Lunedì

Porto Torres > Penisola del Sinis

205 Km

4h

Giorno 4
Martedì

Penisola del Sinis > Isola di San Pietro

155 Km

3,5h

Giorno 5
Marcoledì

Isola di San Pietro > Villa Simius

195 Km

4h

Giorno 6
Giovedì

Villa Simius > Barumini

195 Km

4h

Giorno 7
Venerdì

Barumini > Dorgali

200 Km

4h

Giorno 8
Sabato

Dorgali > Olbia (imbarco)

160 Km

3,5h

Mappa

Prezzi

QUOTE DI PARTECIPAZIONE
con un minimo di 10 equipaggi iscritti

Le quote dipendono dalla data prescelta:
Quota conducente:
da Euro 990,00 a Euro 1100;
Quota passeggero: da Euro 890,00 a Euro 1000;

Partenza e rientro su Genova: + Euro 170,00/persona

Supplementi facoltativi:

– camera singola: Euro 155,00
– cabina singola: Euro 130,00
– cabina esterna: Euro 55,00
– assicurazione annullamento viaggio: +7% del pacchetto

SCONTI PREVISTI
per gruppi precostituiti: da concordare con RIDERMAP a seconda del numero di partecipanti.

LA QUOTA INCLUDE

– 6 notti in hotel/masserie/agriturismo in camera doppia;
– 2 notti in cabina doppia interna con servizi privati;
– 6 cene (bevande escluse);
– nave A/R per mezzi di trasporto;
– nave A/R per persone in cabina doppia;
– road book e documentazione per il viaggio;
– mezzo di supporto/assistenza per il trasporto di bagagli, merci e mezzi in avaria per l’intero viaggio (Livorno-Livorno);
– un assistente di viaggio;
– gadget RIDERMAP.

LA QUOTA NON INCLUDE

– i pranzi;
– il carburante per il proprio mezzo di trasporto;
– traghetto per/da Carloforte (circa 20,00 Euro);
– pedaggi e parcheggi;
– ingressi ai luoghi di interesse;
– mance e bevande;
– eventuali tasse di soggiorno;
– tutti gli extra di natura personale;
– tutto quanto non riportato ne “la quota include”.

Galleria
FAQ

E' possibile partire da altri porti? Come fare per i biglietti?

Si può partire anche da porti diversi da Genova e Livorno ma è necessario verificare la disponibilità e la compatibilità degli orari con il programma di viaggio.
I biglietti possono essere richiesti direttamente a RIDERMAP.

E' possibile raggiungere la Sardegna in autonomia?

Certo! In questo caso saranno decurtati i costi del traghetto.

A che ora si parte e si torna?

E’ prevista la partenza dal porto di Livorno/Genova la sera del sabato così da incontrare tutti i partecipanti la mattina ad Olbia e viaggiare comodamente in cabina. Il rientro è formulato nello stesso modo, con imbarco da Olbia il sabato sera.

Lascia la tua recensione

Il tuo giudizio è molto importante, lascia una tua recensione, parlaci del viaggio e di come ti sei trovato con RIDERMAP.

Commento *
Nome *
Email *
Valuta questo tour *

Non ci sono ancora recensioni per questo viaggio.